Come vedere con chi chatta una persona su WhatsApp

Sei curioso di scoprire con chi chatta una persona su WhatsApp? Bene, sei nel posto giusto.

come sapere con chi parla su whatsapp

Questo non è il solito articolo che puoi trovare in rete su come sapere con chi chatta su WhatsApp. Si tratta invece di una vera e propria guida alle strategie e alle tecniche per sapere nome e cognome (o numero di telefono) delle persone con cui un contatto chatta su WhatsApp.

Prima di entrare nel vivo della guida mi presento. Sono Francesco Caruso (aka Frankie) e nella vita mi occupo di sicurezza informatica applicata ai social media.

Ma torniamo a noi.

Possono essere tantissimi i motivi che ti spingono a voler sapere con chi chatta una persona su WhatsApp: semplice curiosità, necessità di proteggere qualcuno ed evitare che finisca in brutte situazioni, per scherzo ecc.

Tuttavia sono sicuro che al 90% dei casi sei qui vuoi sapere con chi sta chattando il tuo partner.

Ho indovinato vero? 😏

Se guadagnassi 1€ per tutte le mogli, i mariti o i fidanzati che vengono qui per questo motivo oggi sarei tra i più ricchi d’Italia 🤣

Bene, direi di iniziare senza perderci in chiacchiere.

Sei pronto?

Come scoprire con chi chatta su WhatsApp senza farsi scoprire

Voglio essere onesto.

All’interno di questa guida troverai solo informazioni vere e tecniche testate da me in persona. ZERO FUFFA per fartela breve.

Ci sono diversi modi per sapere con chi parla una persona su WhatsApp. Alcuni richiedono il cellulare della vittima a portata di mano altri no, alcuni sono gratuiti altri a pagamento.

Qui te li mostrerò tutti spiegandoteli nel dettaglio in modo che tu possa scegliere la tecnica che fa più al caso tuo.

Sono sicuro che a fine guida sarai in grado di mettere in pratica quanto appreso. Tuttavia se dovessi avere dei dubbi o vuoi un parere da me puoi contattarmi tramite il mio servizio di consulenza Cyber Assistance. Sarò super felice di darti una mano, se posso!

Iniziamo!

Scoprire con chi chatta su WhatsApp gratis

Ci sono due modi per vedere con chi chatta una persona su WhatsApp senza spendere soldi:

  • Funzione Gestisci spazio su WhatsApp
  • WhatsApp Web

Vediamoli insieme.

Metodo #1 – Funzione Gestisci spazio

La prima tecnica che voglio condividerti è la più semplice da mettere in pratica.

Tuttavia:

  • richiede l’accesso fisico al cellulare bersaglio
  • se la “vittima” ha molta dimestichezza con WhatsApp, questa tecnica potrebbe non portare i risultati sperati

Essendo gratuita però vale la pena fare almeno un tentativo.

Te la mostro nel dettaglio.

In pochi sanno ma esiste una funzione di WhatsApp che ti mostra quali sono i contatti con cui ti scambi più messaggi. Scoprirlo è davvero semplice.

La procedura è la stessa sia su iPhone che su Android, quello che devi fare è:

  1. accedere a WhatsApp
  2. andare su Impostazioni
  3. cliccare su Spazio e dati e successivamente su Gestisci spazio
  4. qui troverai oltre una serie di dati sull’utilizzo di WhatsApp anche tutti i file video e foto ricevuti ma soprattutto la lista in ordine decrescente delle chat più utilizzate. Questo si traduce in quelle con cui una persona chatta di più!

sapere con chi parla su WhatsApp tramite Funzione Gestisci spazio

Bingo!

Naturalmente tra le prime posizioni troverai i gruppi. Quelli non li considerare. Cerca le chat relative alle singole persone.

Come ti accennavo qualche riga più su, questa tecnica potrebbe non dare i suoi frutti.

Ti spiego subito il perché.

I dati relativi alle conversazioni possono essere “falsati”. Se il proprietario del cellulare cancella le chat WhatsApp, in automatico vengono cancellati anche i dati di utilizzo.

Tradotto?

Supponiamo che la persona che vuoi monitorare abbia una conversazione segreta con qualcuno. Se questa viene cancellata non comparirà nella lista delle chat più utilizzate.

Metodo #2 – WhatsApp Web (multi dispositivo)

La seconda tecnica per sapere con chi parla su WhatsApp gratis è quella di clonare l’account WhatsApp della vittima.

Come?

Tramite la funzione WhatsApp Web.

Da tempo WhatsApp ha integrato una funzione su WhatsApp Web dal nome multi dispositivo.

Te la faccio breve: la funzione multi dispositivo di WhatsApp ti consente di accedere da altri dispositivi (fino ad un massimo di 4) all’account WhatsApp senza che il cellulare dove è installato sia nei paraggi o connesso alla stessa linea internet. Potrai controllare i messaggi, le foto e i video inviati e ricevuti e ovviamente capire con chi chatta.

Ti mostro come fare.

Segui questi passaggi con attenzione e non avrai alcun tipo di problema:

  1. Accedi al cellulare della persona bersaglio (torva una scusa per fartelo dare senza insospettirla)
  2. Apri WhatsApp e vai su Impostazioni
  3. Se è un iPhone clicca su Dispositivi collegati e successivamente su Collega dispositivo; se è un Android  clicca sull’icona a forma di QR-code in alto a destra e poi su Inquadra codice
  4. Ora vai su WhatsApp Web dal tuo pc o dal tuo smartphone
  5. Esegui la scansione del QR-Code con il cellulare della vittima e attendi qualche secondo… giusto il tempo che impiega WhatsApp a trasferire tutte le informazioni sul nuovo dispositivo

Questa è la sequenza su iPhone:

Spiare WhatsApp con WhatsApp Web

Questa su Android:

Collegare dispositivo WhatsApp Web Android

Come per magia ecco che avrai tutte le chat a tua disposizione.

Schermata WhatsApp Web

Un Consiglio: se intendi utilizzare lo smartphone al posto del pc sappi che per far funzionare WhatsApp Web devi utilizzare la funzione “Desktop Website”. Per attivarla basta andare su web.whatsapp.com e poi su Safari (iPhone) cliccare su “aA” > Richiedi Versione Desktop, mentre su Chrome apri il menu (icona con i 3 puntini) e clicca su Richiedi sito desktop.

Ora voglio fare alcune considerazioni riguardo questa tecnica.

La prima cosa è che la vittima può accorgersi che c’è un dispositivo collegato al suo WhatsApp (da WhatsApp > Impostazioni > Dispositivi collegati). Naturalmente in pochi conoscono questa funzione e a meno che la vittima non sia un assiduo utilizzatore di WhatsApp Web non dovresti correre molti rischi.

In secondo luogo devi prestare la massima attenzione a non aprire i messaggi che ancora non sono stati letti. Se il proprietario dell’account WhatsApp accede all’app e scopre che alcuni messaggi ricevuti sono già stati letti potrebbe insospettirsi.

Infine, devi sapere che i dispositivi restano collegati per 14 giorni, poi si disconnettono e dovrai riconnetterli nuovamente.

App per vedere con chi parla su WhatsApp

Stiamo entrando nel vivo dell’azione!

Esistono alcune app in grado di mostrarti non solo con chi sta chattando una persona su WhatsApp ma anche di accedere alle conversazioni.

Ti giuro, non sto scherzando!

Ho scritto diversi articoli a riguardo in cui spiego per filo e per segno come utilizzarle e quali sono le migliori.

Ti lascio in link in modo che tu possa approfondire, come spiare le conversazioni WhatsApp: le migliori app.

Qui mi limiterò a dirti che le migliori sono:

👉 ACCEDI A MSPY ORA (sconto 50%)

👉 ACCEDI A UMOBIX ORA (sconto 10%)

Tutte funzionano allo stemmo modo: si installano sul cellulare della vittima e registrano tutto quello che accade su WhatsApp (e non solo). Tu potrai visualizzare conversazioni, numeri di telefono, foto e video inviati, da remoto utilizzando un pannello di controllo (Dashboard) che ti verrà fornito dopo aver acquistato una di queste applicazioni. Qui un rapido confronto fra le due app.

mspy WhatsApp

Hai capito bene, queste app sono a pagamento e hanno un prezzo accessibile a tutti (circa 40 euro al mese, ma puoi usufruire di vari sconti).

Un caratteristica di queste due app è che risultano invisibili sul telefono della vittima: non apparirà nessuna icona e non risultano nella lista delle app installate.

Ora, lascia che ti spieghi perché secondo me sono le migliori.

mSpy è l’app spia più utilizzata al mondo. Per installarla sull’iPhone della vittima devi conoscere i suoi dati di accesso ad iCloud. Ma il suo vero punto di forza è che ti consente di leggere le conversazioni WhatsApp senza bisogno di eseguire il Jailbreak (fra un pò ti spiego cos’è).

uMobix è un app di monitoring per iPhone e Android facile da usare e veloce da installare (ti avviso, ti servirà l’accesso fisico al cellulare della vittima). A differenza di tutte le altre app in commercio per spiare le conversazioni WhatsApp non serve eseguire il Root (ora ti dico cos’è).

Jailbreak per iPhone e Root per Android sono delle procedure – non semplici da mettere in pratica – che consentono di sbloccare un cellulare e rimuovere le restrizioni imposte da Apple e Google. Queste due app ti evitano di perdere tempo con queste noiose procedure.

Il Mio Giudizio Finale: utilizzare le app spia – in questo caso mSpy (su iPhone) e uMobix (su Android e iPhone) è il metodo più completo che possa esisteste per vedere con chi parla una persona su WhatsApp. Sono a pagamento ma vedila come un investimento più che come una spesa. Tuttavia utilizzarle è illegale.

Scoprire con chi parla su WhatsApp tramite controlli incrociati

Ti mostro ora l’ultima strategia (tra quelle facili da applicare e alla portata dei meno esperti) per scoprire con chi parla una persona su WhatsApp.

Si tratta di fare controlli incrociati tramite un app chiamata: Chatwatch.

Chatwatch

In pratica quest’app (che è a pagamento ma puoi testare gratis per 8 ore, poi costa meno di 3 euro a settimana) traccio tutte le volte che un contatto entra su WhatsApp.

Ma c’è di più!

Ha una funzione che si chiama Chat Probability che, tramite un algoritmo, ti indica a che ora due contatti hanno parlato tra di loro.

In pratica fa dei match tra i vari numeri di telefono e combina i vari orari di ingresso su WhatsApp.

Non serve installare nessuna app sul cellulare della vittima. Ti basterà andare sul sito di Chatwatch (è in lingua inglese), temere il pulsante 3 days free trial, registrarti inserendo mail e password. Infine scansione il QrCode con WhatsApp e selezionare il numero della persona che vuoi monitorare più quello dei contatti che sospetti possano essere i destinatari delle chat (ne puoi scegliere fino ad un massimo di 3).

Bene.

Ora attiva Chat Probability e seleziona il numero della persona che vuoi monitorare e quello della persona che sospetti sia il destinatario dei suoi messaggi. Apparirà una schermata con il match degli orari.

schermata di esempio Chatwatch

Funziona realmente, non è di quale app che rubano i dati e ti fanno perdere solo tempo.

L’unica pecca è che devi avere già dei sospetti tu su quali possano essere i contatti con cui parla di più su WhatsApp.

Beh, buona fortuna!

Il Mio Giudizio Finale: metodo che non riconsente di accedere alle conversazioni della vittima, tuttavia estremamente efficace.

Conclusione

Wow!

Siamo arrivati alla fine!

Spero che le informazioni che ti ho riportato ti siano state utili (così come lo sono state per tante altre persone).

Ricapitolando.

Ci sono 3 differenti tecniche per scoprire con chi parla una persona su WhatsApp:

La prima è gratuita e prevede l’utilizzo della funzione Gestione dati di WhatsApp o WhatsApp Web. Per entrambi è necessario avere l’accesso fisico al cellulare della vittima.

La seconda è pagamento ma è considerata una pratica illegale e consiste nell’utilizzo di app spia in grado di accedere da remoto all’account WhatsApp della persona e dirti con estrema recisione non solo con chi parla ma anche mostrarti i messaggi, le foto e i video che si scambia. Se la vittima ha un iPhone l’app consigliata è mSpy. Se invece ha un Android allora uMobix.

Infine, la terza tecnica consiste nell’individuare il numero della persona con cui parla di più tramite un app chiamata Chatwatch e poi fare controlli incrociati con altre app per scoprire il nome e cognome della persona.

Se hai dubbi o domande puoi commentare il post o contattarmi tramite Cyber Assistance.

Per avere una visione più completa di come spiare WhatsApp ti lascio il link alla mia guida dove troverai tutte le tecniche più avanzare e le app più utilizzate.

Un abbraccio,

Francesco

Disclaimer: alcuni dei link contenuti in questa guida sono link di affiliazione. Ciò significa che se fai clic sul link e acquisti un prodotto riceverò una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per te.
Francesco Caruso

Sono Francesco Caruso e da più di 10 anni mi occupo di social media e sicurezza informatica. Metto a disposizione di tutti, attraverso le mie guide, ciò che ho imparato con il duro lavoro e l’esperienza.